La scomparsa di Primo David è giunta all’improvviso ed ha sconvolto tutta la nostra Associazione. Primo era per tutti noi, più di un semplice amico, lo legava a noi una forte amicizia più che trentennale. Nato da una famiglia di contadini a Villarosa, da giovane era emigrato in Germania con la sua famiglia ed all’età di 21 anni era stato assunto nelle DB (le ferrovie tedesche). Nel frattempo, avendo partecipato ad   un concorso nelle FS , era stato assunto e trasferito a Bologna , dove in quel tragico 2 Agosto del 1980, anche se non era in servizio, si era prodigato per assistere le persone, specialmente quelle di lingua tedesca. Ritornato nella “sua” Sicilia come Capo Gestione, nel Maggio del 1992 fu incaricato di fare l’inventario per chiudere la stazione di Villarosa. Per lui fu un colpo al cuore, e quindi pensò a ciò che poteva fare in modo che questo non accadesse. In alcuni carri merci abbandonati (che poi scoprì che erano stati usati durante la 2°guerra mondiale per trasportare gli Ebrei in Germania) cominciò a sistemare molti oggetti della civiltà contadina donati dagli abitanti di Villarosa a cui aveva fatto appello. Si recò addirittura in Belgio dove vi era una folta comunità di ex minatori delle miniere di zolfo, che dopo la chiusura si erano trasferiti per  lavorare nelle miniere di carbone, per convincerli a tornare per le ferie a Villarosa in treno, e allo scopo fece abilitare la stazione ad emettere biglietti  per l’estero, prenotazioni di Cuccette e WL e anche di Auto al seguito. Fu durante questo periodo che nacque la nostra amicizia, e da quel momento alcuni nostri Soci si prodigarono per  realizzare il Treno Museo, che, grazie a lui ed al suo costante impegno della sua promozione, è diventato oggi un’attrazione per tanti turisti visitatori. Non contento del successo del “suo” Treno Museo, riuscì a trasformare Villapriolo in un paese Museo diventando Presidente dell’associazione culturale curando personalmente le visite guidate. Grazie a Primo la stazione di Villarosa rinasce a nuova vita, abbellita con fontanelle d’acqua, riempita di tanti oggetti ferroviari, immersi in un sottofondo musicale, e con la particolarità  di ammirare l’automotrice  RALn 6012 monumentata nel 1999 in un tronchino, e preservata dall’incuria e da atti di vandalismo. Nel 2019 l’automotrice, entrata nel frattempo nell’asset della Fondazione FS, venne prelevata e trasferita per essere completamente restaurata ed oggi fa bella mostra nel Museo Ferroviario Nazionale di Pietrarsa. Nel recente passato Primo si era infine adoperato per monumentare anche un piccolo locomotore da manovra serie 214 ed aveva già attivato i suoi canali per preparare uno spezzone di binario, già pronto per riceverlo. Oggi il 214 si trova in una delle 5 rimesse del DL di Palermo e la nostra associazione  ne sta curando il restauro estetico,  proprio nella prospettiva di trasferirlo a Villarosa, come da desiderio di  Primo David.  Purtroppo il nostro Amico non  riuscirà a vederlo posizionato  nella sua stazione, ma di certo TrenoDoc in collaborazione con Fondazione Fs Italiane, Trenitalia ed RFI, faranno di tutto perché tutta l’operazione vada a compimento, in memoria di un grande ferroviere e di un grande Uomo. Primo David. 

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments