Treno storico dei Templi: viaggio su convoglio d’epoca da Palermo a Porto Empedocle

Treno storico dei Templi: viaggio su convoglio d’epoca da Palermo a Porto Empedocle

Dopo mesi di stop causato dai lavori di riqualificazione della linea Agrigento Bassa – Porto Empedocle, domenica 6 novembre torna l’atteso e tradizionale appuntamento con il treno storico dei templi che, partendo da Palermo Centrale e percorrendo l’entroterra siciliano, raggiungerà il Parco Archeologico di Agrigento ed il borgo marinaro di Porto Empedocle. L’iniziativa è dell’associazione Ferrovie Kaos, convenzionata con Fondazione FS Italiane, in collaborazione con TrenoDOC Palermo, il Fondo Ambiente Italiano e l’”Archeoclub – i luoghi di Empedocle”. “Abbiamo voluto organizzare questo evento – si legge in una nota dell’Associazione Ferrovie Kaos a firma del Presidente Mauro Indelicato – per sopperire al mancato finanziamento dei treni storici per l’anno in corso da parte del Governo Regionale, e ringraziamo Fondazione FS per il sostegno e la vicinanza ai cittadini siciliani privati di questo servizio per scelte che appaiono illogiche dal punto di vista strategico. A prescindere da questa amara riflessione – prosegue la nota – domenica 6 novembre offriremo ai turisti che vorranno viaggiare a bordo del treno storico un programma ricco di eventi e capace di soddisfare le esigenze di chi vuole vivere una giornata ricca di storia, cultura e tradizioni”. Numerose, infatti, le iniziative proposte ai viaggiatori. Il treno partirà alle ore 7.50 dalla stazione di Palermo Centrale ed effettuerà fermate intermedie nelle stazioni di Bagheria (8.06), Termini Imerese (8.29), Roccapalumba – Alia (9.12), Cammarata San Giovanni Gemini (09.43), Aragona Caldare (10.46), Agrigento Bassa (10.59). Dalla stazione di Agrigento Bassa origina la mitica “Ferrovia dei Templi”, ultimo residuo della gloriosa linea che collegava Agrigento a Castelvetrano passando da Porto Empedocle, Ribera e Sciacca chiusa al traffico dal 1978. Alle 11.15 il treno raggiungerà la rinnovata stazione “Tempio di Vulcano”, ubicata nel cuore della Valle dei Templi. Qui i viaggiatori avranno l’opportunità di scendere e, accolti dagli operatori del FAI, trascorrere una giornata all’interno del leggendario Giardino della Kolymbethra. Inoltre, come tutte le prime domeniche del mese, l’accesso al Parco Archeologico sarà gratuito. Chi invece intende proseguire il proprio viaggio fino a Porto Empedocle, la Vigata letteraria del Commissario Montalbano, potrà raggiungere in treno l’ottocentesca stazione di Porto Empedocle Centrale, con arrivo alle 11.33. I viaggiatori potranno visitare e scoprire le meraviglie di questo impianto per poi proseguire il tour alla scoperta di Porto Empedocle con le guide della locale sezione dell’Archeoclub, che propongono ben tre percorsi di visita tra il centro storico di “Vigata”, il Lido Marinella e la leggendaria Scala dei Turchi. Come di consueto a bordo treno si potrà usufruire del servizio mini-bar dove sarà possibile sorseggiare un ottimo caffè espresso o gustare un cornetto, o in alternativa poter scegliere tra succhi di frutta, bibite, acqua minerale e le patatine per la gioia dei piccoli. Il treno di ritorno per Palermo partirà dalla stazione di Porto Empedocle Succursale alle 17.07 e da Tempio di Vulcano alle 17.15 con arrivo a Palermo previsto per le 20.26. I biglietti per viaggiare a bordo del treno dei templi e per le visite guidate proposte sono acquistabili sul sito www.fondazionefs.it e www.railbook.it selezionando la data dell’evento.

Maggiori info all’indirizzo info@ferroviekaos.it e sulle fanpage di Fondazione FS e Ferrovie Kaos sui principali social network.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *