Treno dei Templi – Palermo Porto Empedocle – 22/08/20

Sabato 22 agosto è partita l’edizione 2020 dei Treni Storici del Gusto, promossa dalla Fondazione FS Italiane e dalla Regione Sicilia Assessorato Regionale al Turismo con la collaborazione di SlowFood Sicilia. Il primo treno, dei più di 20 previsti nell’articolato programma che si svilupperà fino a dicembre, denominato “il Treno dei Templi”, è partito dalla stazione di Palermo Centrale alla volta di Agrigento e Porto Empedocle. Il convoglio era composto dalle due automotrici ALn 668  1220 e 1224, in livrea originaria ed è partito alle 13,50 effettuando le fermate per servizio viaggiatori nelle stazioni di Bagheria, Termini Imerese,  Aragona Caldare ed Agrigento Bassa. A testimonianza del gradimento dei Treni Storici in Sicilia, il treno aveva registrato  il tutto esaurito, già qualche giorno prima della partenza. Come previsto dalla normativa nazionale anti-Covid19, nel convoglio sono state rispettate le norme previste, come l’uso di dispenser di gel igienizzante a bordo treno, del distanziamento dei posti a sedere e dell’uso delle mascherine. A bordo treno si è svolto il Laboratorio del Gusto organizzato da Slow Food Sicilia. Il rappresentante di Slow Food Sicilia, Fabio Di Francesco, ha dapprima illustrato la politica di salvaguardia, tutela e promozione dei Presidi Slow Food siciliani, diretta alla valorizzazione di quei prodotti enogastronomici tradizionali e tipici della nostra terra. In particolare, tra  quelli del territorio attraversato da questo treno, sono stati ricordati il mandarino tardivo di Ciaculli, le susine “incartate” di Monreale nonché le varietà di grani antichi, oggi all’attenzione di quell’alimentazione di tipo “consapevole” che si sta per fortuna sempre più diffondendo.  Sul treno, a tutti i viaggiatori, è stata distribuita una confezione contenente biscotti, paste di mandorla ed una Cudduredda di Delia (CL), prodotti secondo le antiche metodologie della tradizione e coi migliori grani siciliani. Giunti  ad Agrigento Centrale e dopo aver effettuato il cambio banco, le due automotrici hanno imboccato la ferrovia dei Templi, nel magnifico scenario della Valle dei Templi di Agrigento e si sono dirette a Tempio di Vulcano, dove parecchi viaggiatori sono scesi per la visita al Giardino della Kolymbetra. Il resto dei passeggeri è invece proseguito alla volta di Porto Empedocle Succursale. Qui, accolti da una delegazione composta dall’Assessore alla Cultura, Calogero Conigliaro del Comune di Porto Empedocle e da alcune guide locali, i viaggiatori hanno potuto effettuare un piccolo tour dei luoghi rievocativi della memoria del grande scrittore Andrea Camilleri e del Commissario Montalbano, personaggio virtuale ormai famoso in tutto il mondo. Alle 18,35 il treno è ripartito da Porto Empedocle Succursale alla volta della fermata di Tempio di Vulcano. Nel piazzale antistante la fermata, in una cornice unica, tra fichidindia, mandorli e con lo sfondo dei resti del Tempio di Vulcano, si è svolta la rappresentazione teatrale “Al passo coi Templi – Il Risveglio degli Dei”, preceduta da una breve presentazione dello spettacolo, alla presenza  dell’autore e regista agrigentino Marco Savatteri, e del responsabile della Comunicazione della Fondazione FS, Pietro Fattori. Statue dormienti, rappresentanti gli Dei e gli Eroi della mitologia greca, hanno preso vita all’arrivo degli spettatori ed  hanno intrecciato  le diverse arti della cultura greca, attraverso momenti di forte spiritualità, musiche originali ispirate alle sonorità del tempo, canti a cappella e scene dinamiche  di alta intensità emotiva come il duello epico tra Ettore ed Achille.  Il tramonto del sole ha fatto da sfondo di impareggiabile bellezza alle ultime battute del bellissimo spettacolo, conclusosi poi con il saluto degli Dei ai viaggiatori che nel frattempo riprendevano i loro posti sul treno per il viaggio di ritorno. Partito alle 19.52 ed effettuate le stesse fermate dell’andata, il treno è giunto nel capoluogo palermitano con qualche minuto di anticipo rispetto all’orario previsto. Con la presente desideriamo sottolineare che i viaggiatori hanno particolarmente apprezzato il servizio complimentandosi con lo Staff della Fondazione FS e di TrenoDoc presenti a bordo, chiedendo informazioni su eventuali ulteriori servizi sulla relazione Palermo–Porto Empedocle. Le uniche lamentele registrate sono state quelle dei numerosi viaggiatori che accorrendo in stazione a Palermo e nelle fermate intermedie non hanno trovato posto a bordo treno. Cliccando qui il video reportage che sintetizza l’evento. Vi diamo appuntamento con lo stesso itinerario a domenica 4 Ottobre, mentre per gli altri itinerari dal prossimo 29 agosto, clicca qui per conoscere gli itinerari, vi aspettiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *