Treno del Gusto – Il Treno dell’Olio e del Pane Nero – 18 Novembre 2018

Domenica 18 novembre si è svolto il “Treno dell’Olio e del Pane Nero” con destinazione Castelvetrano (TP),  organizzato da Fondazione F.S. Italiane in collaborazione con l’Assessorato Regionale al Turismo e del presidio Slow Food ed inserito  tra i  23 itinerari facenti parte dei Treni Storici del Gusto. Il convoglio era costituito dalla D 445 1006 in livrea originale, da tre carrozze di terza classe anni ‘30 del tipo 1928R “Centoporte” ed il carro postale Uiz 1411 tipo 1949, tutti in livrea castano-isabella. A bordo un servizio catering del presidio Slow Food con pane ed olive che sono stati offerti ai passeggeri. Presente anche una delegazione dei soci di Treno D.O.C. che ha collaborato all’intrattenimento dei circa 130 passeggeri illustrando la storia dei rotabili storici in composizione al convoglio. I partecipanti, una volta arrivati alla stazione di Castelvetrano, hanno raggiunto con i pullman  la Bottega del Pane Rizzo. Qui è stata loro offerta la degustazione a base di pane ed olio e sono state illustrate dal proprietario le tecniche di panificazione, in particolare di quello nero, tipico di questa città. Il gruppo ha potuto visitare anche la meravigliosa Chiesa di San Domenico, la cui costruzione è iniziata nel 1470 per terminare circa un secolo dopo, che ospita anche il sarcofago marmoreo del principe Carlo d’Aragona Tagliavia e della moglie contessa Beatrice d’Aragona Tagliavia. Adiacente alla chiesa di stile tardo gotico e barocco, un convento domenicano (oggi sede del liceo classico Giovanni Pantaleo). Una volta terminate le visite guidate a Castelvetrano, i partecipanti hanno avuto la possibilità di consumare un pranzo a sacco o nei bar e ristoranti nei pressi dell’area archeologica di Selinunte. La visita guidata delle 15:30 al parco archeologico ha permesso ai circa 130 passeggeri, di ammirare in particolare gli  antichi templi testimonianza della dominazione greca iniziata nel 650 a.C.. Il rientro a Castelvetrano è avvenuto nel tardo pomeriggio per poi giungere a Palermo Centrale in serata, in perfetto orario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *