Treno del Gusto – Palermo-Marsala – 11 Novembre 2018

Domenica 11 novembre, il treno storico di Fondazione FS Italiane in collaborazione con l’Assessorato Regionale al Turismo e del presidio Slow Food, ha raggiunto la stazione di Marsala. Il treno, denominato “Il Treno del vino e delle rotte del mare”, era inserito  tra i  23 itinerari facenti parte dei Treni Storici del Gusto. Il convoglio era costituito dalla D 445 1006 in livrea originale, da una carrozza postale e da tre carrozze tipo centoporte in livrea castano-isabella. Durante il viaggio, a tutti i passeggeri sono stati distribuiti, da parte dei ragazzi di Slow Food Sicilia, dei bocconcini di pane di grano antico siciliano, mentre i soci di TrenoDoc hanno collaborato all’intrattenimento a bordo treno dei numerosi passeggeri. Il treno è giunto alla stazione di Marsala, seguendo l’itinerario via Castelvetrano, in perfetto orario. I più di 180 passeggeri sono stati quindi trasferiti, con i pullman, presso le prestigiose Cantine Florio site sul lungomare di Marsala. Qui è stato possibile visitare il bellissimo e storico complesso edilizio delle cantine e scegliere tra le tre degustazioni enogastronomiche a disposizione, potendo così gustare vini e prodotti tipici siciliani. I pullman hanno poi accompagnato i visitatori che non hanno esercitato l’opzione della visita alle Cantine Florio, nel Centro Storico di Marsala, ove è stato possibile visitare, oltre ai monumenti cittadini, il Complesso Monumentale di San Pietro, antico Monastero benedettino del ‘500, protetto dalla Specola, struttura a torre quadrata, che oggi ospita al posto delle antiche celle e dei refettori, la sede della Biblioteca Comunale Struppa ed il Museo Civico di Marsala, suddiviso in Sezione Risorgimentale e  Garibaldina, fondata da Giacomo Giustolisi, ove è stato possibile ammirare stampe d’epoca, documenti originali,  quadri e ritratti, uniformi e divise, armi e sciabole, insieme a revolver a spillo, fucili e baionette, foto, medaglie, camicie rosse, ed una ricca iconografia  relativa all’impresa dei Mille, oltre alla famosa poltrona in damasco su cui sembra che Garibaldi riposò dopo lo sbarco, e Sezione Archeologica, ove sono esposti oggetti di fabbricazione lilibetana, in gran parte costituiti da vasellame  d’uso comune, brocche, anforette, coppette. I materiali esposti in tre sale abbracciano l’arco di tempo che va tra il IV secolo a.C. ed il II secolo d.C.. I visitatori sono poi stati riportati presso la stazione ferroviaria di Marsala, da dove, alle ore 17:00, il convoglio è ripartito per poi  giungere ad Isola delle Femmine in serata. Da qui i pullman sostitutivi hanno infine accompagnato i passeggeri presso le stazioni di Palermo Notarbartolo e Palermo C.le. A seguire vi segnaliamo l’esaustivo articolo di Giusi Patti Holmes pubblicato sui Viaggi di Cicerone, dove potrete rivivere l’emozioni del viaggio in treno storico e dell’interessante visita alle cantine Florio. Articolo di Giusi Patti Holmes

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *