Approvata la legge sulle Ferrovie Turistiche

Si conclude positivamente un lungo iter, partito ad inizio legislatura, e che ha animato un ampio dibattito da nord al sud del paese: con l’approvazione da parte dell’VIII Commissione Lavori Pubblici del Senato del DDL 2670 “Disposizioni per l’istituzione di ferrovie turistiche mediante il reimpiego di linee in disuso o in corso di dismissione situate in aree di particolare pregio naturalistico o archeologico”, prima firmataria Maria Iacono, si è finalmente giunti al traguardo finale. “Di fatto – commenta la parlamentare Maria Iacono – la Legge che istituisce le Ferrovie Turistiche nel territorio della Repubblica è definitivamente approvata. Il Senato della Repubblica, infatti, non ha ritenuto opportuno modificare il testo inviato dalla Camera dei Deputati, e già esitato favorevolmente lo scorso gennaio. Non possiamo che esprimere soddisfazione per questo importante risultato che, adesso, consentirà di normare un settore in costante crescita, contribuendo allo sviluppo del settore turistico”. “Questa norma – continua Iacono – rappresenta per tutto il Paese un’autentica opportunità in termini di sviluppo e ricchezza proprio perché parte dalla riscoperta dell’immenso patrimonio storico-ingegneristico, dell’800 e del ‘900 e dalla valorizzazione di tratte ferroviarie in cui si mescolano storia, paesaggio e cultura. Con l’Istituzione delle Ferrovie turistiche l’Italia colma quel gap normativo che l’ha caratterizzata in questi anni rispetto ai diversi Paesi Europei nei quali questa realtà è già affermata. Con l’introduzione della norma saremo nelle condizioni di offrire ai turisti un nuovo modo di conoscere le bellezze paesaggistiche e culturali, da un altro punto di vista ovvero quello di un treno storico rafforzando in tal modo il turismo lento e sostenibile”. “E’ stato un lavoro lungo e faticoso ma che ci ha consentito di confrontarci con tante associazioni e con una realtà in continua espansione che oggi grazie a questo risultato si candida a rappresentare una fetta importante del turismo del nostro Paese. Colgo l’occasione – prosegue Maria Iacono –  per ringraziare tutti gli attori che in questi anni, ci hanno affiancato in questa lunga battaglia parlamentare, dalla Fondazione FS Italiane, a tutte le associazioni impegnate nella salvaguardia di stazioni, treni e tratte ferroviarie in disuso, le forze politiche presenti in Parlamento che hanno, non senza discussione e confronto, dato all’unanimità il loro consenso alla Legge i colleghi del gruppo Pd a cominciare da Romina Mura e Laura Cantini che hanno fatto un grande lavoro in Commissione rispettivamente alla Camera ed l Senato ed infine il capogruppo alla Camera Ettore Rosato ed il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali Dario Franceschini che hanno fortemente creduto in questo progetto conclude Maria Iacono”.

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/17/DDLPRES/1002564/index.html

http://www.beniculturali.it/mibac/export/MiBAC/sito-MiBAC/Contenuti/MibacUnif/Comunicati/visualizza_asset.html_2134009171.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *